dott.ssa ANNARITA AMOROSO

Annarita Amoroso nasce a Castellammare di Stabia il 23 luglio 1987.
Vive ad Ercolano, città degli Scavi e delle Ville del Miglio d’Oro.
Studia al Liceo Classico Gaetano de Bottis e poi alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università Degli studi di Napoli Federico II.
All’indomani dell’esame di Diritto dell’Unione Europea si imbatte nella proposta del ministro dei Trasporti tedesco di introdurre un pedaggio autostradale solo per gli stranieri.
Dalla consapevolezza che l’Unione Europea è nata per garantire la pace e la cooperazione tra i popoli del vecchio continente, decide di inviare una petizione al Parlamento Europeo per contestare una palese violazione del principio di non discriminazione sancito dal Trattato di Lisbona.
La sua intuizione è premiata e dopo essere stata dichiarata ricevibile dalla Commissione Petizioni del Parlamento Europeo, la petizione è oggetto di analisi da parte della Commissione Europea che ha avviato una procedura di infrazione nei confronti della Germania nel giugno 2015.
Ad oggi la legge KPW non è ancora entrata in vigore: lo scorso marzo il Parlamento Europeo, durante la sessione plenaria di Strasburgo, ha approvato con 511 voti a favore una risoluzione per chiedere alla Commissione che venga riattivata la procedura di infrazione sospesa a dicembre 2016, in seguito ad un’accordo tra il Ministro dei Trasporti Dobrindt e il Commissario Ue Violeta Bulc.
Il 22 marzo la Dottoressa Amoroso ha partecipato, in quanto firmataria della petizione 0043/2014, alla riunione della Commissione petizioni a Bxl e ha chiesto che la mia petizione resti aperta fino alla conclusione della procedura di infrazione che avverrà con il giudizio dinanzi alla Corte di Giustizia.
Ha da breve concluso un’esperienza di stage al Parlamento Europeo approfondendo tematiche quali petizioni, diritti fondamentali, mercato interno, fondi europei.