GIUSEPPE GUARINO

GIUSEPPE GUARINO nasce a Napoli il 15 novembre 1922. Grande giurista, ha insegnato diritto costituzionale nelle Università di Sassari e di Siena, diritto pubblico nelle Università di Napoli e di Roma, diritto amministrativo nell’Università di Roma “La Sapienza”. Tra i suoi allievi, anche Mario Draghi e Giorgio Napolitano. Sindaco della Banca d’Italia dal 1967 al 1987, insieme al prof. Federico Caffè, è stato il più stretto collaboratore di Guido Carli.

Deputato nella X legislatura nelle fila della Democrazia Cristiana, e presidente dell’ufficio Affari Europei dello stesso partito, nel 1987 è entrato a far parte del governo Fanfani come Ministro delle Finanze, e nel 1992 nel governo Amato come ministro delle Partecipazioni Statali. Nel corso di questa seconda esperienza si è distinto per un forte braccio di ferro con il Presidente del Consiglio e con il ministro dell’Economia Barucci. Al centro dello scontro, le privatizzazioni delle grandi aziende di Stato. Guarino sosteneva che prima di metterle sul mercato, e al fine di non svenderle, fosse necessario accorparle in modo tale da renderle più forti e più appetibili. Un posizione che il tempo dimostrerà essere giusta, ma che in quel momento non viene compresa. Pertanto, Guarino viene privato di alcune deleghe e le privatizzazioni vengono portate a compimento ignorando le sue indicazioni.
Giuseppe Guarino, come avvocato, si è occupato del caso del Banco Ambrosiano, dei diritti radio televisivi e di altre questioni di grande rilievo. Per la Banca d’Italia – come ricorda Guido Carli nelle sue memorie – ha risolto problemi di importanza cruciale. Per anni è stato titolare del più importante studio di Diritto Amministrativo di Roma e di Milano e per circa 10 anni di uno studio di Diritto Europeo a Bruxelles.
Frequentatore di ambienti culturali ha fatto parte del Mondo di Pannunzio al fianco di Ernesto Rossi, Eugenio Scalfari, Leopoldo Piccardi.
Opere recenti:

  • 1970 “Scritti di diritto pubblico dell’economia, Seconda Serie”, Milano, Giuffrè.
  • 1977 “L’organizzazione pubblica”, Milano, Giuffrè,.
  • 1978 “Dizionario Amministrativo”, Milano, Giuffrè.
  • 1980 “Quale costituzione?”, Milano, Rizzoli.
  • 1983 Seconda edizione, in due volumi,del “Dizionario amministrativo”, Milano, Giuffrè.
  • 1985 “Quale Amministrazione”, Milano, Giuffrè.

 

1993 “La Banca d’Italia e il sistema bancario 1919-1936. Il profilo giuridico”, nel volume a cura di Giuseppe Guarino e Gianni Toniolo, Bari, Laterza.
1994 Pubblicati, a cura dei suoi allievi, 5 volumi che raccolgono tutti gli scritti minori non inclusi in antecedenti volumi con il titolo “Dalla Costituzione all’Unione Europea”, Napoli, Jovene.
1994 “Atti e poteri amministrativi”, Milano, Giuffrè.
1997 Pubblica: “Verso l’Europa ovvero la fine della Politica”, Milano, Mondadori.
2000 Il Governo del mondo globale (Le Monnier);
2002 I soldi della guerra. Gli Stati Uniti: spesa militare, innovazione, economia globale (Mondador);
2005 L’uomo-istituzione (Laterza);
2006 Eurosistema. Analisi e prospettive (Giuffrè);
2008 Ratificare Lisbona? (Passigli Editori);
2009 La figura e l’opera di Guido Carli (Bollati Boringhieri);
2013 Salvare l’Europa, salvare l’euro (Passigli Editori).