Italia sprecona sui fondi europei: persi 172 milioni in 7 anni

In soli 7 anni  l’Italia ha perso la bellezza di 172,18 milioni di euro di fondi europei. Il dato, riferito al periodo 2007-2013, emerge da un rapporto realizzato dalla Commissione europea per il Parlamento dell’Unione. L’ammontare esatto di fondi europei ‘disimpegnati’, ovvero non più utilizzabili per il programma a cui erano stati assegnati ne per qualsiasi altra attività, è di 172.179.323 euro. La maggior parte di questi soldi riguarda la Regione Sicilia, che nel complesso perde almeno 124,37 milioni di euro. La cifra definitiva potrebbe però ancora risultare più alta. Infatti, a Bruxelles sono ancora in corso le operazioni di chiusura della programmazione per il suddetto periodo.
La fetta più grande di fondi europei persi proviene dal programma operativo regionale (POR)del Fondo di Europeo di Sviluppo Regionale della Regione Sicilia, nell’ambito dell’obiettivo convergenza, che punta a innalzare e stabilizzare il tasso di crescita medio dell’economia regionale. Poco meno di 117 milioni di euro (per la precisione sono 116.906.503) dei circa 3,270 miliardi messi a disposizione resteranno quindi nelle casse dell’Unione Europea. Sempre in Sicili, ma nell’ambito dell’obiettivo convergenza, del POR FSE 8Fondo Sociale Europeo) , sono stati disimpegnati altri 7,465 milioni di euro su un totale di 1,049 miliardi. La regione perde così un totale di 124,372 milioni di euro, ai quali potrebbero sommarsi ulteriori fondi.
Infatti 38,4 milioni di euro sono stati sottratti all’obiettivo convergenza del Programma Operativo Interregionale Attrattori Culturali Naturali e Turismo (POIN) che punta a sostenere lo sviluppo economico e sociale di Sicilia, Campania, Puglia e Calabria.
Unico dato operativo del il Nord Italia ad aver perso fondi è quello FSE della Provincia autonoma di Bolzano per l’obiettivo ‘competitività regionale e occupazione’: 9,4 milioni di euro dei 60,1 totali sono stati ‘disimpegnati’. Conclusa entro il 31 marzo l’attività di certificazione della spesa da parte delle autorità italiane, la Commissione Europea sta ora analizzando le cifre per arrivare il prima possibile alla chiusura di tutti i vari programmi, che potrebbe richiedere diversi mesi di tempo. L’ammontare totale dei fondi comunitari ‘persi’ dall’Italia e da restituire a Bruxelles potrebbe quindi anche aumentare una volta concluso l’intero iter di verifica.

Leave a comment