Eureca_FiscalCompact

EURECA annuncia class action contro il Fiscal Compact

Roma, 24 mag. (LaPresse) – Una class action popolare contro Patto di Stabilità e Fiscal Compact. E’ un battesimo all’insegna della concretezza quello di Eureca, Europa Etica dei Cittadini e delle Autonomie, associazione che nasce in difesa dei valori fondanti dell’Unione e per difendere la democrazia e la legittimità.

Nella sua prima uscita ufficiale – oggi a Roma con la partecipazione dell’ambasciatore Giulio Terzi, del prof. Giuseppe Guarino, del prof. James K. Galbraith, tutti membri del Comitato Scientifico di Eureca, del giornalista Angelo Polimeno, presidente dell’Associazione e dell’avv. Federico Tedeschini, responsabile legale – Eureca non si è limitata a illustrare le sue finalità, ma ha subito annunciato una prima iniziativa legale. Nel mirino c’è in particolare il Fiscal Compact, trattato internazionale estraneo al diritto europeo e dunque illegittimo che entro quest’anno, sarà sottoposto al vaglio di tutti i parlamenti nazionali dei Paesi dell’Unione al fine di ‘legittimarlo’ inserendolo nei Trattati Ue. L’Associazione contro questa norma si prepara a avviare il suo primo ricorso alla giustizia. Ad annunciarlo è Tedeschini, titolare di uno degli studi amministrativi più importanti d’Italia.
“In pratica – sostiene Tedeschini – il Patto di Stabilità e i successivi aggiornamenti normativi – Two Pack, Six Pack e Fiscal Compact – sono nati in violazione delle regole del Trattato di Maastricht, che consentiva il trasferimento di quote di sovranità all’Europa al fine specifico di consentirle interventi che favorissero lo sviluppo dei singoli paesi membri. Al contrario la Commissione Ue ha usato tali poteri per imporre un aggiustamento dei bilanci dei singoli paesi. Ecco perché EURECA, previa diffida alle competenti autorità, intende avviare una class action pubblica presso il Tribunale Amministrativo del Lazio”.

Moderato da Donatella Visconti, manager e socio fondatore di Eureca, il dibattito su questo temi è proseguito con l’ambasciatore Giulio Terzi, già ministro degli Esteri. “Nonostante pochi principi costituzionali dell’Unione vengano richiamati con tanta insistenza quanto la promozione del diritto – sottolinea Terzi – forse nessun altro viene poi lasciato così frequentemente nell’ombra. Nella pratica corrente il diritto dei cittadini a conoscere cosa sia realmente accaduto e cosa sta accadendo nei processi decisionali europei è scientemente diluito e offuscato dai governi, senza che i media accendino i riflettori”.
Angelo Polimeno, autore del libro ‘Non chiamatelo euro’ (Mondadori) in cui si ricostruisce il percorso che ha portato al varo di “norme europee illegittime”, ha sottolineato come queste, negli anni, hanno causato chiusura di migliaia di imprese, livelli record di disoccupazione, diffusione patologica del lavoro precario, ripetuti tagli allo stato sociale e alla previdenza. In chiusura, dopo il saluto di Giuseppe Guarino, ex ministro, insigne giurista e primo a denunciare le norme illegittime dell’euro – ha preso la parola Annarita Amoroso, l’italiana che ha impugnato con successo una norma tedesca che avrebbe consentito ai cittadini della Repubblica federale, al contrario degli altri europei, di viaggiare gratis sulle loro autostrade.

terzi

UE: Terzi, Galbraith e Guarino presentano EURECA contro il Fiscal Compact

Roma, 23 mag. (LaPresse) – Domani alle 17 nella sede della Società Dante Alighieri (Piazza Firenze 27 Roma) primo incontro ufficiale per l’Eureca (Europa Etica dei Cittadini e delle Autonomie) ,associazione senza fini di lucro che si propone di difendere la democrazia e la legittimità nell’Unione Europea. Obiettivo dell’incontro è illustrare i propositi di un’iniziativa animata da uno spirito convintamente europeista, ma che, al tempo stesso, alla luce della crisi di fiducia e di consenso in cui versa l’Unione, intende impegnarsi per contribuire a recuperare i valori etici e di legalità dell’Europa delle origini , per offrire ai cittadini e alle imprese un’informazione chiara e precisa sulle principali questioni in discussione a Bruxelles e sui loro diritti e impugnare le norme di rango inferiore – in taluni casi mai approvate da nessun parlamento – che illegittimamente stravolgono gli impegni assunti nei Trattati, norme di rango costituzionale passate al vaglio delle Assemblee popolari di tutti i Paesi Ue e talvolta anche direttamente dei cittadini attraverso un referendum.
Infine sollecitare tutte le forze politiche a votare nel 2017 contro l’introduzione del Fiscal Compact nei Trattati europei. Le finalità di Eureca verranno illustrate domani da alcuni componenti del Comitato Scientifico della nuova Associazione: l’ambasciatore Giulio Terzi, già ministro degli Affari Esteri; il prof. Giuseppe Guarino, insigne giurista ; il prof. James K. Galbraith, docente di economia all’Università di Austin (Texas che verrà intervistato dall’esperto di relazioni internazionali J. R. James; Angelo Polimeno, cronista parlamentare del Tg1, presidente di EURECA, saggista autore del libro ‘Non chiamatelo euro’ (Mondadori); Federico Tedeschini, titolare di uno degli studi amministrativi più importanti d’Italia e coordinatore delle iniziative legali di EURECA; Annarita Amoroso, l’italiana che sta conducendo con successo a Bruxelles un coraggiosa battaglia per impedire l’approvazione e di una legge tedesca sui pedaggi autostradali che avvantaggia i cittadini tedeschi e penalizza gli altri cittadini europei; Donatella Visconti, manager e socio fondatore di Eureca cui è affidato il compito di moderare il dibattito. Tutti i cittadini potranno iscriversi ad Eureca.
Previa accettazione delle finalità stabilite nello Statuto, l’Associazione concederà logo e assistenza ad altre sedi che dovessero nascere in altre località italiane e in altri paesi dell’Unione Europe

nONcHIAMATELOeURO

EURECA, prima uscita il 7 maggio

EURECA, Europa Etica dei Cittadini e delle Autonomie verrà presentata per la prima volta il 7 maggio a Roma, ore 18.30, nella Sala convegni del Parco Regionale Appia Antica. Angelo Polimeno, giornalista e presidente dell’Associazione, per l’occasione, illustrerà anche i contenuti del suo libro NON CHIAMATELO EURO (Mondadori). Questo testo – di cui si è già discusso in circa trenta incontri pubblici in Italia e a Bruxelles – attraverso un’attenta ricostruzione storica e in maniera semplice e comprensibile a tutti spiega perché alcune norme Ue sono illegittime. Nel mese di maggio, in data ancora da stabilire, EURECA verrà presentata anche alla Camera dei Deputati e, in quella occasione, verranno annunciate le sue prime concrete iniziative.

iscriviti

UE, NASCE ASSOCIAZIONE UE CONTRO NORME ILLEGITTIME

(AGI) – Roma, 23 mar. – Recuperare i valori etici e di legalita’ dell’Europa delle origini; impugnare le norme di rango inferiore – in taluni casi mai approvate da nessun parlamento – che illegittimamente stravolgono gli impegni assunti nei Trattati, norme di rango costituzionale passate al vaglio delle Assemblee popolari di tutti i Paesi Ue e talvolta anche direttamente dei cittadini attraverso un referendum; sollecitare tutte le forze politiche a votare nel 2017 contro l’introduzione del Fiscal Compact nei Trattati europei; diffidare i governi Ue dall’applicare norme di rango inferiore a discapito dei Trattati. Queste alcune delle finalita’ di Asso Eureca (Associazione Europa Etica dei cittadini e delle Autonomie), la cui azione giuridica sara’ coordinata dallo studio dell’avvocato Federico Tedeschini a Roma e che nasce anche per iniziativa degli avvocati Daniela Becchini e Lucio Golino, del giornalista Angelo Polimeno, autore del libro ‘Non chiamatelo euro’ (Mondadori), dell’ing. Marco Staderini, dell’esperto di politica internazionale J.R. James, di Donatella Visconti, presidente di Sui Generis. Hanno gia’ aderito al Comitato Scientifico: l’ambasciatore Giulio Terzi, gia’ ministro degli Affari Esteri, il prof. Giuseppe Guarino, insigne giurista e gia’ ministro della Repubblica, il prof. Giulio Sapelli, ordinario di storia economica presso l’Universita’ Statale di Milano, l’imprenditore Ernesto Preatoni, Annarita Amoroso, l’italiana che sta conducendo con successo a Bruxelles una coraggiosa battaglia per impedire l’approvazione di una legge tedesca sui pedaggi autostradali che avvantaggia i cittadini tedeschi e penalizza gli altri cittadini europei. Imminente l’adesione di giuristi, economisti, giornalisti italiani e non. Tutti i cittadini potranno iscriversi ad Associazione Eureca, la cui presentazione ufficiale avverra’ nei prossimi giorni a Roma.

Per informazioni collegarsi al sito www.assoeureca.eu.

Previa accettazione delle finalita’ stabilite nello Statuto, Associazione Eureca concedera’ logo e assistenza ad altre sedi che dovessero nascere in altre localita’ italiane e in altri Paesi dell’Unione Europea. L’Associazione intende operare per un’Europa che sia vicina ai cittadini senza alcuna distinzione, coerente con i valori di pace, crescita, lavoro e solidarieta’ indicati dai padri fondatori, lontana da qualunque condizionamento ideologico, ancorata ai principi cardine della democrazia e dell’uguaglianza, rispettosa della sovranita’ dei singoli Stati, del voto popolare e dei