Angelo Maria Polimeno

ANGELO MARIA POLIMENO è nato a Roma il 24 ottobre 1959. Lauree in Lettere con indirizzo in Storia moderna e contemporanea all’Università La Sapienza di Roma, è iscritto all’albo dei giornalisti dal 1984. Caporedattore, inviato e cronista parlamentare del Tg1 segue e racconta quotidianamente – con servizi, interviste, dirette – le vicende politiche italiane con particolare attenzione anche alle questioni economiche e alle dinamiche europee e e internazionali.

ALTRE ESPERIENZE GIORNALISTICHE

– TG1 FRONTIERE E TV7 – Dall’ottobre 99 al giugno 2000 e dall’ottobre 2000 al giugno 2001 ha lavora agli Speciali del TG1 Frontiere e aTV7, realizza una serie di servizi e di reportage in Italia e all’estero.
– TG3 – Dal 2 marzo 1998 al 30 giugno 1998 e dall’ottobre 98 al giugno 99 ha lavorato presso la redazione di Telesogni, rubrica del TG3 condotta da Claudio Ferretti e dedicata alle problematiche del mondo dello spettacolo e della televisione.
– /RAI 1 – Dal gennaio 96 al giugno 96 e poi dall’ottobre 96 al giugno 97 ha lavorato alla prima e alla seconda edizione della trasmissione condotta da Bruno Vespa. Oltre a numerosi servizi giornalistici su personalità di spicco della politica e della cultura italiana, ha realizza una serie di interviste.
– L’INFORMAZIONE – Dal marzo 94 al maggio 95 ha svolto le mansioni di caposervizio esteri del quotidiano L’Informazione, diretto da Mario Pendinelli. Oltre alla responsabilità del settore, ha coperto numerosi avvenimenti di politica interna e internazionale come inviato speciale. In particolare, ha seguito l’attivita’ del Ministri degli Esteri Martino e Agnelli (con missioni in Francia, Lussemburgo, Olanda, Austria, Finlandia, Russia, Albania, Israele, Territori Occupati, Libano, Siria, Egitto, Kuwait, Giordania, Arabia Saudita, Brasile, Argentina, Uruguay, Paraguay e Cile) e dell’Unione Europea (vertici di Roma, Maastricht, Corfu’ e diverse sessioni del Parlamento di Strasburgo). Inoltre, ha intervistato importanti leaders internazionali.
– INVIATO NELLA GUERRA DEL GOLFO – Nel gennaio-febbraio 91, durante la Guerra del Golfo, é l’unico inviato del quotidiano Il Tempo a Gerusalemme e a Tel Aviv per seguire gli sviluppi della crisi con servizi di cronaca, reportage e interviste.
– IL TEMPO – Il 1° gennaio 1984 viene assunto come praticante dal direttore de , Gianni Letta. Dopo una prima esperienza nei servizi di cronaca e province, e dopo aver superato l’esame professionale, e’ assegnato al servizio esteri. Qui e’ impiegato come inviato speciale all’estero. In particolare, segue il settore diplomatico, con missioni in Europa, Usa, Medio Oriente, Russia, Cina, Giappone, Corea del Sud.

ALTRE ESPERIENZE PROFESSIONALI

MINISTERO AFFARI ESTERI -Dal 2001 al 2002, presso il Minitero Affari Esteri e per conto del Ministro degli Italiani nel Mondo, è nominato responsabile delle diffusione delle cultura e della lingua italiana all’estero.

PUBBLICAZIONI
NON CHIAMATELO EURO – Nel 2015 pubblica NON CHIAMATELO EURO, Germania, Italia e la vera storia di una moneta illegittima (Mondadori), libro che prendendo spunto dalle denunce del grande giurista Giuseppe Guarino e attraverso una ricostruzione storica dei passaggi che hanno portato alla nascita della moneta unica spiega con linguaggio semplice le ragioni per le quali in Europa sono state varate norme che hanno aggirato in Trattati e che, pertanto, violano le regole fondamentali dell’Unione. Il fatto poi che queste norme – Patto di Stabilità, Fiscal Compact ecc. – siano tra le principali cause in gran parte d’Europa della chiusura di migliaia di imprese, della perdita del lavoro per milioni di persone, di una fortissima disoccupazione, del proliferare del lavoro precario, di continui tagli alle pensioni e allo stato sociale rende questa vicenda particolarmente grave. NON CHIAMATELO EURO, libro già presentato in circa 30 località italiane e a Bruxelles, ha dato inoltre impulso decisivo alla nascita di EURECA, il cui fine principale è proprio quello di cancellare le norme illegittime dell’Unione.

REPUBBLICA ATTO TERZO – Nel 2012 pubblica REPUBBLICA ATTO TERZO (Mursia), libro che ripercorre e analizza le ragioni per le quali, negli anni seguiti all’inchiesta di Tangentopoli, a fronte di una stagione contrassegnata da forte conflittualità politica, l’Italia si è ritrovata comunque con una classe dirigente in piena crisi di credibilità, con una marcata crisi delle istituzioni, con una forza economica, uno stato sociale e un peso internazionale fortemente indeboliti.

– PRESIDENTE CI CONSENTA – Nel 2011 pubblica PRESIDENTE CI CONSENTA (Mursia), unico libro-inchiesta sulle ragioni della crisi del governo di centrodestra e del berlusconismo.