Effetto Brexit: forte calo dell’immigrazione nel Regno Unito

Forte calo dell’immigrazione netta nel Regno Unito. Significa che il numero di stranieri che entrano in Gran Bretagna e’ inferiore a quello di stranieri che lasciano il paese. Nel periodo marzo 2016-marzo 2017, il calo è stato di 81mila unità, attestandosi su un totale di 246mila unità. I dati dell’Office of National Statistics (Ons) indicano che oltre la metà di questo decremento è dovuta alle partenze dei cittadini Ue, per un totale di 51mila persone. Per l’Ons i dati indicano che il referendum sulla Brexit “può avere influenzato” i flussi migratori da e verso il il Regno Unito, in particolare per i cittadini della Ue.
Sebbene il dato rimanga lontano dall’obiettivo di 100mila nuovi arrivi l’anno fissato dal governo, il ministro per l’Immigrazione Brandon Lewis, riporta la Bbc, ha accolto con favore i nuovi dati, sottolineando che per il terzo trimestre consecutivo l’immigrazione netta è calata rispetto agli anni precedenti.
I dati dell’Ons indicano un forte aumento (17mila persone) delle partenze dei cittadini dell’est Europa, provenienti dai cosiddetti EU8: Repubblica Ceca, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Slovacchia e Slovenia.

 

Leave a comment