Ministro tedesco Scholz: ‘Giusto che l’Italia pensi ai disoccupati’

di ANGELO POLIMENO BOTTAI

<Verosimilmente non si può raggiungere tutto. Ma forse potremmo ragionare in modo un po’ più europeo. Chi ha saputo fino a poco tempo fa qui che in un paese fondatore dell’UE, un’economia industriale di successo, non c’è un’assicurazione per disoccupati di lungo. Il governo cerca di fare qualcosa del genere come società, non si puo’ rispondere ‘come vi viene in mente’. Parole pronunciate a Berlino non da un qualunque parlamentare di un qualunque paese europeo, ma dal ministro delle Finanze tedesco Olaf Scholz. Segno che qualche cosa comincia a muoversi in Europa e che alcune iniziative del governo italiano giallo-verde cominciano a far breccia in ambienti fino a poco tempo fa del tutto sordi ad ogni richiamo in favore di un’Europa più attenta alle esigenze dei cittadini. Segno che se ci sono gli Junker e i Moscovici, sempre sprezzanti verso Palazzo Chigi e insensibili alle ragioni della solidarietà e di chi cerca di rilanciare la crescita, ora cominciano a farsi sentire anche gli Scholz.

Il ministro tedesco ha poi risposto a una domanda sullo scontro tra Bruxelles e Roma. <Io – ha detto – sono molto contento del fatto che la discussione stia avvenendo in toni molto moderati e credo che questo aiuti perché questo è un tema italiano non europeo’. Quanto alle sanzioni che potrebbero essere applicate all’Italia, Scholz ha dichiarato: <Il dibattito viene portato avanti in modo molto intelligente e così si deve continuare a fare’.

 

Leave a comment